La qualificazione e la certificazione degli installatori

La qualificazione del personale, cosa ben diversa dal significato che in Italia si dà alla parola qualifica, prevede una serie di azioni ben definite che si possono così riassumere:

  1. Le conoscenze, abilità e competenze, che il professionista deve possedere, vannoindividuate con le parti interessate
  2. Il programma formativo deve essere basato su quanto deciso nella fase precedente
  3. Bisogna definire i requisiti di ingresso da possedere per accedere ai corsi qualificanti
  4. Bisogna superare il test di ingresso per accedere al corso di qualifica
  5. Il corso generalmente prevede una classe massima di 20 allievi per assicurare un’effettiva partecipazione da parte di tutti e deve prevedere sia la parte teorica che pratica
  6. I docenti devono essere qualificati ed eventualmente anche certificati da parte terza
  7. Le procedure di valutazione devono essere definite in precedenza ed applicate rigorosamente
  8. Solo i professionisti che superano il corso possono accedere alla certificazione di parte terza
  9. Per essere certificati come professionista bisogna aver già lavorato nel settore specifico e bisogna superare un altro esame che, se del caso, può essere contemporaneo alla qualificazione
  10. La qualificazione e anche la certificazione così ottenuta prevedono un “mantenimento”, cioè degli aggiornamenti periodici e anche lo svolgimento dell’attività professionale nel settore specifico
  11. La qualificazione e anche la certificazione possono essere revocate qualora si ravvisi che il professionista non è più in grado di operare a regola d’arte (ad esempio notevoli errori di installazione o cambio di attività)

L’identificazione di conoscenze, abilità e competenze, è stata definita all’interno di un ampio dibattito pubblico, nella fase iniziale del progetto Compener, con tutti i principali portatori di interesse. Il contributo maggiore è stato fornito dai produttori d’impianti di fonti rinnovabili di energia in quanto preoccupati che una cattiva installazione possa portare ad un’insoddisfazione del cliente che penalizza la loro immagine con effetti negativi sulle vendite.

Per quanto riguarda le prove di ingresso che hanno lo scopo di verificare il possesso dei requisiti d’accesso alla formazione professionalizzante, l’ENEA mette a disposizione, attraverso il portale www.formazione.enea.it, corsi di e-learning, gratuiti ed accessibili a chiunque in modo da fornire le conoscenze di base essenziali per seguire con successo il corso in presenza.

L’intero processo di qualifica e certificazione è rappresentato nello schema in figura.

La certificazione dell'installatore

Questo sito utilizza solo cookie tecnici e di analytics, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Cliccando su "Ok" acconsenti all'uso dei cookie.